25. Domenica 1° novembre - Autismo questo sconosciuto

Domenica, 1° novembre 2015

 

AUTISMO - Video

 

Rain Man L'Uomo Della Pioggia (1988)   -  Film Completo ITA

 


 

Autismo, che cos'è? Che cosa sappiamo su un disturbo difficile da diagnosticare?

Che cosa sappiamo oggi dell'autismo, un disturbo riconosciuto più di sessant'anni fa e difficile da diagnosticare, perché si presenta con diverse sfumature e gravità, e su cui molto rimane da scoprire.

 

Descrizione dei disturbi dello spettro autistico.

 I Disturbi dello Spettro Autistico sono caratterizzati da una compromissione grave e generalizzata in 2 aree dello sviluppo: quella delle capacità di comunicazione e interazione sociale (Deficit nella comunicazione della reciprocità sociale ed emotiva, nella comunicazione non verbale usata a scopo sociale, nella creazione e mantenimento di legami sociali adeguatamente al livello generale di sviluppo) e quella nell’area degli interessi e delle attività.

 

Autismo: sintomi e primi segni

Siete un genitore, non un medico o uno scienziato, ma, quando si parla di vostro figlio, l’esperto siete voi. Conoscete quel piccolo viso e capite se si illumina quando entrate nella stanza. Conoscete quella voce balbettante, quel gorgoglio, e sarete senz’altro i primi a notare un improvviso silenzio. Conoscete come si comporta vostro figlio quando vede un giocattolo nuovo, incontra un bambino che non conosce, partecipa ad una festa o quando lo portate in un centro commerciale. Sapete cosa lo fa piangere e cosa ridere. E si, il vostro pediatra ha visto centinaia di mal di gola e di otiti, avete visto qualcosa anche voi. Avete visto bambini giocare al parco e li avete osservati litigare tra loro ai pranzi in famiglia. Avete visto bambini piccolini giocare al gioco del cucù e quelli più grandicelli andare all’asilo. E non sareste un genitore se non aveste paragonato vostro figlio a quei bambini, se non aveste notato come lui assomigli o sia diverso da loro. 

 

Aba per tutti, nessuno escluso: così autismo e scuola faranno la pace

 “Gli eroi di vocazione ci sono, ma non è giusto che noi famiglie dobbiamo pregare ogni anno d’incontrarli: l’Aba deve entrare nelle scuole, come percorso formativo obbligatorio per chi si occupa di autismo”.

 

 Tre ragazze autistiche reginette al ballo

Per quattro mesi hanno preso lezioni per imparare a ballare un lento e anche soltanto ad andare in un posto nuovo. Durante questo periodo hanno potuto mettere in pratica le loro capacità sociali preparandosi per l’evento che è stato ospitato in una discoteca della città. Attraverso un duro lavoro con i loro terapisti di fiducia hanno potuto superare paure e in generale le ansie da vita sociale, passo dopo passo, dagli inviti ai vestiti addirittura alla proclamazione del Re e della Regina.

 

Faraone: studenti con autismo esigono eccellenza, via le aule di sostegno!

 

Informazioni aggiuntive